^Back To Top
  • 1

  • 2

ISTITUTO COMPRENSIVO BELLINI - Novara

  • La scuola

    Benvenuti nel sito dell'istituto comprensivo Bellini 

     

    dovesiamo

     

     

     

     

     

     

    nicastro 1      Indicazioni per la navigazione:

     

    In ogni pagina del sito sono presenti un menu di navigazione in alto e a sinistra. Cliccando sulla singola voce di menu è possibile accedere alla corrispondente sezione e scaricare il documento relativo in formato word o pdf.

     

     

     

    nicastro 1      I docenti hanno a disposizione un'area riservata.

     

     

     

    nicastro 1      In questa sezione trovate anche le notizie più recenti e/o gli ultimi aggiornamenti.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Conteggio articoli:
    1
  • Dove Siamo-Piantina che compare

    Le nostre SEDI a Novara

     

     dovesiamo

     

     

    Conteggio articoli:
    1
  • Istituto e Plessi

    Istituto e Plessi

     

     

    SEDE della Presidenza e della Segreteria : Via Vallauri, 4 - tel 0321 692625

     

               Scuola dell'Infanzia:

                                            Bellini Via Pianca                                     - tel 0321 691188

                                            Sulas  Via Pianca                                     - tel 0321 691179

                                      

                Scuola Primaria:

                                           Plesso Rigutini: Via della Riotta, 1         - tel 0321 692160

                                           Plesso Don Ponzetto: Via Pianca           - tel 0321 691188

                                           Plesso Coppino: Via Collodi, Pernate    - tel 0321 637038

                                         

                Scuola Secondaria di primo grado:

                                           Sede: Via Vallauri, 4                                - tel 0321 692625

                                           Succursale: Via Sforza,99 Pernate        - tel 0321 637089

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

      proff. Giuseppe ALESSANDRO, Rachele ANTIGNANI, Angela AQUILI, Adele BARONE, Ivana BET,  

      Ilaria CARLINI, Maria Teresa CASTOLDI, Francesca CEGLIA, Michela CELLA,  Catia COMINETTI,   

      Angelina COTTONE, Antonella FACCHINIERI, Michelina FAMULARO, Paola FENINI, Eva   

      FRATTA, Patrizia GAMBARO, Marina GIORGI, Mario GUAGLIO, M.Anna INGRASSIA, Nicoletta

      INVERNIZZI, Raffaella LUCARIELLO, Erica MACCHI, Maria Ausilia MARCONE, Roberto

      MAZZA, Anna Rita MELE,  Giovanna MIGLIO, Annamaria MUSELLA, Angela PAPPALETTERA,

      Clara PASTA, Luisa PELA, Rosa Maria PIACENTILE,  Leonardo PIGNATARO, Renata PINCELLI,  

      Giuliana PISONI,  M. Antonietta PIUMATTI, Tiziano RIGHETTO, Gianluca SGUAITAMATTI,           

      M. Mimosa SOVERINI, Roberto TRIBOLO, Manuela TRIPEPI, Maura TROVATI, Tommaso UNCINI,

      Maria Carla URBANI,  Aldo VECCHIO.

    Conteggio articoli:
    0
  • POF e Patto Educativo

     

    PATTO EDUCATIVO di CORRESPONSABILITA' SCUOLA-FAMIGLIA

    Anno Scolastico 2018/2019

     

    La scuola è, insieme alla famiglia, luogo privilegiato di formazione e di educazione; perché ciò si concretizzi c’è bisogno di una profonda condivisione di intenti e di reale collaborazione, entrambe fondamentali per la formazione della persona. I contatti e gli scambi tra scuola e famiglia devono, quindi, essere costanti e significativi, se lo scopo da raggiungere è la crescita serena ed equilibrata ,consapevole e competente dell’allievo.

    A scuola i ragazzi acquisiscono conoscenze e competenze, maturano responsabilità ed autonomia personale, si formano alla socialità ed alla cittadinanza.

    Il presente Patto educativo, che regola i rapporti individuali e definisce i reciproci diritti e doveri, è indispensabile per consentire una proficua e serena convivenza fra tutte le componenti della comunità scolastica, al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati; con esso, scuola e famiglia sottoscrivono una serie di accordi e di impegni, basati su reciproca fiducia e collaborazione, al fine di agevolare il percorso di crescita dei ragazzi.

     

    Gli insegnanti si impegnano a :

    • spiegare all’inizio di ogni anno scolastico le attività didattiche ed educative del POF e le norme di comportamento richieste agli alunni
    • valorizzare la diversità come ricchezza e risorsa, favorendo la solidarietà e l’accettazione;
    • educare alla responsabilità individuale e sociale;
    • creare un clima scolastico sereno fondato sul rispetto e sul dialogo in modo da favorire la
    • capacità di iniziativa e l’educazione alla legalità
    • comunicare costantemente con le famiglie, in merito ai risultati, alle difficoltà, ai progressi nelle discipline di studio, oltre che ad aspetti inerenti il comportamento e la condotta
    • aggiornarsi costantemente
    • rispettare l’orario di servizio
    • tutelare la sicurezza degli alunni attraverso una adeguata e puntuale sorveglianza
    • presentare agli alunni le modalità di valutazione
    • verificare il puntuale svolgimento dei compiti assegnati
    • vigilare per prevenire e bloccare atti di bullismo
    • praticare uno stile di rispetto, ascolto e confronto reciproco nei colloqui con i genitori

     

    Le famiglie si impegnano a :

    • prendere visione del POF e del regolamento d’Istituto
    • aiutare i propri figli a rispettare il regolamento d’Istituto
    • rispettare gli orari e le scadenze degli impegni scolastici giustificando per iscritto assenze e ritardi
    • partecipare ai colloqui con gli insegnanti e alle assemblee di classe
    • garantire una frequenza assidua delle lezioni
    • segnalare i recapiti telefonici
    • fornire alla scuola tutte le informazioni che possano incidere sull’andamento scolastico dello studente
    • prendere visione e firmare le comunicazioni scritte sul diario
    • controllare lo zaino e procurare il materiale richiesto
    • fare in modo che gli alunni vengano a scuola con un abbigliamento decoroso ed adeguato all’ambiente scolastico
    • collaborare con la comunità scolastica nei momenti di socializzazione (feste, mostre, progetti, …)
    • segnalare atti di bullismo
    • far capire ai propri figli che gli eventuali provvedimenti disciplinari hanno finalità educativa, tesa a far comprendere l’errore e ad evitare che esso si ripeta
    • risarcire i danni causati dai propri figli alle strutture della scuola, alle attrezzature e al materiale didattico

     

    Gli alunni si impegnano a:

    • rispettare l’orario d’ingresso a scuola
    • frequentare regolarmente le lezioni
    • portare il materiale richiesto
    • eseguire i compiti assegnati e studiare
    • applicarsi durante le lezioni, nelle attività proposte
    • usare un linguaggio rispettoso
    • rispettare gli altri: idee, comportamenti, sensibilità, differenze.
    • rispettare ambienti ed attrezzature scolastiche
    • adottare un comportamento responsabile, in modo da garantire la sicurezza propria e altrui
    • vestirsi in modo decoroso ed adeguato all’ambiente scolastico
    • evitare di portare giochi ed oggetti di valore
    • non usare il telefono cellulare all’interno della scuola
    • collaborare con gli insegnanti ed i compagni per creare un clima positivo all’interno della classe
    • evitare violenza verbale e fisica
    • collaborare con gli insegnanti per prevenire atti di bullismo e segnalare episodi di prevaricazione
    • praticare uno stile di rispetto e ascolto nei confronti del Dirigente, degli insegnanti e del personale della scuola
    • accettare le eventuali sanzioni conseguenti al mancato rispetto delle suddette regole

     

    Conteggio articoli:
    1
  • Codici Disciplinari

    Codici Disciplinari

    Conteggio articoli:
    0
  • Graduatoria Provvisoria Docenti Infanzia

    Graduatoria Provvisoria Docenti Infanzia 22/08/2017

     

    I Fascia

    II Fascia

    Conteggio articoli:
    0
  • Bandi di Gara

    Bandi di Gara

    Conteggio articoli:
    1
  • Area Genitori

    Area Genitori

    Conteggio articoli:
    0
  • Regolamento per Internet

    REGOLAMENTO per l’Uso Accettabile e Responsabile di Internet (P.U.A.)

    1. Account di posta elettronica- Ai genitori e/o tutori è richiesto, all’inizio dell’anno scolastico, di dare una autorizzazione per l’utilizzo a scuola di un account di posta elettronica personale dell’alunno, da impiegarsi esclusivamente per svolgere attività didattica in rete, come lo scambio di materiale didattico;le suddette attività possono svolgersi in classe come a casa.

    2. Internet scuola-famiglia- Si consiglia ai genitori di vigilare affinché i propri figli rispettino le regole di sicurezza anche in ambito domestico, primariamente assistendo i minori nel momento dell’utilizzo della rete e poi ponendo in atto tutti i sistemi di sicurezza che aiutino a diminuire il rischio di imbattersi in materiale indesiderato.  

    3. Sintesi del regolamento per l’utilizzo della rete Internet della scuola:      

      a. Gli utenti devono essere consapevoli che Internet è una rete di informazioni non regolamentata, che permette l’accesso a contenuti, informazioni, immagini, files di ogni tipo; quindi devono essere responsabili nel loro uso di Internet.

    b. La Scuola non può garantire l’accuratezza delle informazioni nella rete e non può assumersi alcuna responsabilità né può supervisionare i contenuti a cui un utente possa accedere inavvertitamente;

    c. La Scuola non si assume alcuna responsabilità per danni, perdite, costi o spese derivanti direttamente o indirettamente dall’uso dei servizi informatici e di consultazione Internet (sia a scuola, sia a casa)

    d. La Scuola non può assumersi alcuna responsabilità per qualsiasi comunicazione ricevuta o spedita da chi possiede account personali di posta elettronica.

    e. I minori possono avvalersi dei servizi informatici della Scuola e di Internet solo guidati da un insegnante o altro adulto responsabile.

    f. Nel rispetto delle regole di comportamento corretto in rete (Netiquette), gli utenti non possono creare, accedere, copiare, memorizzare, trasmettere, scaricare o pubblicare qualsiasi materiale:                                                                                                                        osceno, razzista, diffamatorio o illegale;                                                                                                                                         molesto o gravemente offensivo per altre persone;                                                                                                                            che costituisca una violazione delle leggi sui diritti di autore o accordi di licenza.

    g.Nel rispetto della normativa vigente sulla sicurezza in rete, è vietato agli utenti:

    Usare le postazioni di lavoro per conseguire l’accesso non autorizzato a reti o sistemi informatici della Scuola o esterni;

    Fare qualsiasi tentativo di danneggiare apparecchi informatici o software;

    Fare qualsiasi tentativo di alterare la configurazione di software e di sistema;

    Usare qualsiasi postazione di lavoro della Scuola a fini illegali.

    L'accesso a Internet e l'utilizzo di casella di posta elettronica (account di posta istituzionale ) da parte di minori dovrà essere autorizzato dai genitori su apposito modulo.

    Conteggio articoli:
    1
  • Rapporti scuola-famiglia

    RAPPORTI SCUOLA-FAMIGLIA

    Di norma i rapporti tra Docenti e Genitori avvengono in occasione di incontri generali, organizzati a cadenza regolare:

    - per la Scuola dell'Infanzia: 2 incontri (gennaio - maggio)

    - per la Primaria: 4 incontri (novembre-febbraio-aprile-giugno)

    - per la Secondaria: 5 incontri (ottobre-dicembre-febbraio-aprile-giugno)

    Inoltre i Genitori possono:

    - concordare in qualsiasi momento, tramite il diario, un appuntamento con i Docenti,

    - accedere allo Sportello Ascolto funzionante in tutti i Plessi,

    - telefonando il segreteria, chiedere un appuntamento con la Dirigente.

    Conteggio articoli:
    1
  • Regolamento di Istituto

    REGOLAMENTO DI ISTITUTO

     

     
    PARTE RELATIVA AGLI ALUNNI

     

    Art.  1.1  -  RISPETTO DELL’ORARIO

    Al suono del primo campanello (cinque minuti prima delle lezioni) gli alunni entreranno e si avvieranno ordinatamente alle proprie aule; le lezioni inizieranno al suono del secondo campanello. Al termine delle lezioni, accompagnati dagli insegnanti, gli allievi lasceranno le aule in fila, in ordine, senza schiamazzi.

     

     Art.  1.2  -  PRESENZA IN CLASSE

    E' fatto divieto agli alunni di assentarsi od allontanarsi, individualmente o collettivamente, dalle aule in orario di lezione senza chiara motivazione approvata dall'Insegnante e senza essere accompagnati. In tale caso l'assenza dalla classe deve essere limitata al tempo strettamente necessario.

    Gli alunni non devono abbandonare le aule nel cambio dell'ora tra l'uscita di un Insegnante e l'ingresso di quello successivo.

    E' fatto divieto agli alunni di recarsi in sala Insegnanti, nei laboratori, in palestra o in altre aule momentaneamente vuote se non espressamente autorizzati ed accompagnati.

    L'uso dei servizi, di norma, è limitato al periodo dell’intervallo

    .

     Art.  1.3  -  INTERVALLO

    Durante l’intervallo, che si svolgerà sotto la sorveglianza dei docenti addetti, è vietato spostarsi da un piano all’altro, correre, spingersi e dar luogo a giochi ritenuti pericolosi dagli insegnanti addetti all’assistenza e dal personale ausiliario.

    L’affluenza ai servizi dovrà essere ordinata e disciplinata e avvenire entro la durata dell’intervallo.

     

    Art. 1.4 -  INGRESSI  IN  RITARDO

    In caso di ritardo gli alunni sono ammessi in aula dall’Insegnante presente, che ne prende atto sul registro di classe. Il giorno successivo gli alunni sono tenuti a giustificare tale ritardo.

    E’ autorizzato l’ingresso dopo l’inizio della lezione se accompagnato da giustificazione scritta e motivata da un genitore, per visite mediche ed analisi od altri casi particolari

     

     

     Art.  1.5  -  USCITE  ANTICIPATE

    In via eccezionale, gli alunni potranno lasciare la scuola prima della fine delle lezioni solo se accompagnati da uno dei genitori o da chi ne fa le veci, solo se maggiorenne e provvisto di delega del genitore e della propria Carta di identità.  L’Insegnante in servizio ne prende nota sul registro di classe.

     

    Art.  1.6 -  ALUNNI  NON  AVVALENTISI  I. R. C.

    Gli  alunni che non si avvalgono dell’insegnamento della  religione  cattolica,  qualora le lezioni di tale  materia  siano  collocate all’inizio o al termine dell’orario, possono entrare all’inizio dell’ora di lezione successiva o uscire al termine dell’ora precedente l’I.R.C.a seguito di richiesta scritta dei genitori.

     

    Art.  1.7  -  GIUSTIFICAZIONE  DELLE  ASSENZE

    Le assenze al mattino (o a eventuali pomeriggi) devono essere giustificate dai genitori o da chi ne fa le veci, nell’apposita sezione del diario scolastico.

    Per le assenze dovute a malattia infettiva o pediculosi è richiesta la certificazione del  Servizio di Medicina Scolastica o del Medico curante.

    Qualora la giustificazione non sia presentata al rientro, ne verrà informata la Dirigenza la quale avvertirà la famiglia.

     

    Art.  1.8 - ESONERO  TEMPORANEO  E  PERMANENTE  DALLE LEZIONI DI  EDUCAZIONE  FISICA

    L'esonero temporaneo o permanente dalla pratica di Educazione Fisica può essere richiesto solo a seguito di presentazione di certificato medico. 

    In ogni caso gli alunni sono tenuti a recarsi in palestra ed a seguire le lezioni teoriche.

    L’esonero viene concesso dal Dirigente.

     

     Art.  1.9 - FUNZIONAMENTO  DELLA  BIBLIOTECA,  DELLE  AULE  SPECIALI             E  DEI  LABORATORI

    L'accesso alle biblioteche ed alle aule speciali avviene sulla base dei singoli regolamenti affissi nei rispettivi locali.

    Durante gli spostamenti gli alunni sono tenuti a muoversi ordinatamente ed in silenzio.

     

    Art.  1.10  -  NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO DI EMERGENZA

    All’inizio di ogni anno scolastico i Docenti designati dal Dirigente illustreranno agli alunni delle classi prime e a quelli trasferiti da altre Scuole i piani di emergenza e di evacuazione degli edifici scolastici facendo riferimento alle indicazioni esposte in ciascuna aula e nell’atrio di ogni piano.

    Almeno due volte nel corso di ogni anno scolastico verranno effettuate prove di evacuazione degli edifici a norma di quanto previsto dall’art. 12 del D.M. 26.8.1992.

     

     Art.  1.11  -  ASSICURAZIONE

    Gli alunni sono tenuti ad assicurarsi contro gli infortuni e per la responsabilità civile sin dal primo giorno di scuola. Il contratto di assicurazione viene deliberato dal Consiglio di Istituto.

    Per le attività sportive parascolastiche, oltre che dell'adeguata assicurazione, è necessario il preventivo controllo medico di idoneità.

     

    Art.  1.12  -  VISITE  DIDATTICHE  E  VIAGGI  DI  ISTRUZIONE

    La presenza degli alunni è obbligatoria, oltre che alle lezioni, alle visite guidate che vengono svolte nel contesto della programmazione educativo-didattica. Di ogni escursione effettuata viene data preventiva comunicazione ai genitori mediante avviso sul diario scolastico o in altre forme, che i genitori sono tenuti a firmare per presa visione e autorizzazione.

    Viene richiesta esplicita autorizzazione per ogni attività che si svolga all'esterno dell'edificio scolastico.

    Durante le visite guidate ed i viaggi di istruzione gli alunni saranno accompagnati da Insegnanti dell’Istituto allo scopo delegati.


    Art.  1.13  -  DIVIETO  DI  FUMARE

    E' vietato fumare nei locali dell'Istituto a chiunque (capo di istituto, docenti, alunni, personale A.T.A., genitori, ospiti).

     

    Art.  1.14  -  USO DEL TELEFONO CELLULARE A SCUOLA

    A scuola è vietato agli alunni tenere telefoni cellulari attivi; in caso contrario, i telefoni saranno ritirati e consegnati al Dirigente che li restituirà ai genitori degli alunni stessi.

     

    Art.  1.15  -  ABBIGLIAMENTO

    Le alunne e gli alunni sono tenuti a vestirsi in modo adeguato, decoroso. Eventuali mancanze saranno tempestivamente segnalate ai genitori.

     

    Art.  1.16  -  DANNI  ARRECATI  AGLI  AMBIENTI,  AGLI  ARREDI, AL  MATERIALE  DIDATTICO  E  BIBLIOGRAFICO

    Ogni alunno è tenuto a conservare con cura il proprio posto di lavoro e gli

    arredi presenti in aula ed in tutti i luoghi in cui si svolge l'attività scolastica.

    Danni alle strutture, agli arredi o ad altro, provocati dagli alunni dell'istituto, saranno risarciti dalle famiglie dei responsabili o dalle classi che ne hanno usufruito.

    Il Consiglio di Istituto si riserva di fissare le modalità di risarcimento.

     

    Art.  1.17  -  PROCEDIMENTI  DISCIPLINARI

    Agli alunni è richiesto di conoscere, comprendere, accettare e rispettare, attraverso una partecipazione responsabile, le regole stabilite nella programmazione educativo-didattica.

    Il mancato rispetto delle regole viene considerato un comportamento che nuoce alla comunità scolastica  e alla equilibrata formazione della personalità.

    Agli alunni che dimostreranno di non rispettare le regole sarà richiesto, anche per mezzo di annotazioni sul diario scolastico e di specifiche comunicazioni alle famiglie, di modificare il loro atteggiamento negativo.

    Qualora questo persistesse sarà fatta apposita annotazione sul registro di classe e, come provvedimento estremo, saranno adottate le sanzioni disciplinari previste dall’ordinamento vigente.

    Le sanzioni disciplinari, richieste dai Docenti dopo aver esperito tutti i tentativi educativi, saranno comunicate alle famiglie degli alunni con provvedimento formale  inviato per posta raccomandata o tramite raccomandata a mano e inserite nel fascicolo personale. Al rientro dopo una sanzione disciplinare gli alunni devono essere accompagnati da un genitore per parlare con il Dirigente o con un Docente delegato.

     

    PARTE RELATIVA AI  GENITORI DEGLI  ALUNNI

     

    Art.  2.1  -  ACCESSO ALLA SCUOLA

    I genitori possono accedere ai locali della scuola ESCLUSIVAMENTE su appuntamento e negli orari previsti per i colloqui. Non è possibile accedere alla scuola per dimenticanze degli alunni di effetti scolastici (libri, quaderni, ...) né soprattutto di effetti non scolastici (merende, ecc...): la responsabilità è uno degli obiettivi prioritari dell’educazione.

     

    Art.  2.2  RAPPORTI  CON  GLI  INSEGNANTI

    I Consigli di Classe e di Interclasse procedono alla periodica verifica degli obiettivi educativi tramite apposita scheda di rilevazione e ne informano i genitori.

    Le verifiche disciplinari vengono di norma date in visione alle famiglie, salvo diversa decisione del Consiglio di Classe.

    Il Collegio Docenti programma nel corso dell'anno, per la Scuola Secondaria, cinque incontri pomeridiani  e per la Scuola Primaria e Scuola dell’Infanzia quattro incontri per informare i genitori della situazione scolastica dei loro figli e per la consegna delle schede di valutazione quadrimestrale.

    In caso di necessità, Docenti e genitori concordano incontri individuali utilizzando l’apposita sezione del presente diario scolastico.

     

    Art.  2.3  -  RAPPORTI  CON  LA  DIRIGENZA

    I genitori degli alunni possono conferire con il Dirigente o con il Docente vicario previo appuntamento o, nei vari Plessi, negli orari indicati.

     

    Art.  2.4  -  ACCESSO  ALLA  SEGRETERIA

    I genitori degli alunni possono accedere alla segreteria negli orari di apertura della Scuola stabiliti dal Consiglio di Istituto.

    Di norma l'accesso alla segreteria non è consentito agli alunni salvo casi di particolari esigenze.

     

    Art.  2.5  -  ASSEMBLEE  DEI  GENITORI

    Le assemblee dei genitori possono essere di classe o di Istituto. Qualora le assemblee si svolgano nei locali dell'Istituto, la data e l'orario di svolgimento di ciascuna di esse debbono essere concordate con il Dirigente. L'assemblea di classe è convocata su richiesta dei genitori eletti nei consigli di classe. L'assemblea di Istituto è convocata su richiesta del Presidente dell'assemblea, ove sia stato eletto, o dalla maggioranza dei genitori.

    Il Dirigente autorizza la convocazione e i genitori promotori ne danno comunicazione tramite lettera da distribuire nelle classi. All'assemblea di classe o di Istituto possono partecipare con diritto di parola il Dirigente e i Docenti.

     

    Art.  2.6  -  COMUNICAZIONI  DA  GENITORI  A  GENITORI

    I genitori componenti il Consiglio di Istituto e i rappresentanti di classe possono trasmettere comunicazioni alle famiglie tramite materiale informativo previo accordo con il Dirigente.

     

     Art.  2.7  -  USO  DEI  LOCALI  SCOLASTICI

    I genitori degli alunni sono autorizzati a riunirsi nei locali della scuola per discutere in merito a tematiche inerenti al funzionamento didattico ed organizzativo. A tal fine concordano preventivamente con il Dirigente la data e l’orariodella riunione.

    Conteggio articoli:
    1
  • Fotogallery
    Conteggio articoli:
    0
    • Antologia in 3 parole

      Sabato 7 ottobre, alle ore 16.30, presso la Sala dell'Arengo del Broletto, si è tenuta la presentazione del libro "Fantasia - Infinito - Viaggio" Antologia in 3 parole,

      curata dalla Fondazione Lucrezia Tangorra.

      STEM 20171007 171711

       

      Nell'occasione, i nostri alunni Gloria Gainnotta e Davide Modaferri hanno svolto,

      per la prima volta ed in modo eccellente, il ruolo di attore - lettore

       

      Conteggio articoli:
      1

Area Riservata Docenti

Copyright © 2013. Istituto Bellini - Via Vallauri 4 - 28100 Novara  Rights Reserved.